Già dai tempi dei Traci, il commercio principale della regione era costituito da viti e vini, le cui ricette sono passate da padre in figlio, di generazione in generazione... A questo mi sono ispirato. Edoardo Miroglio
Edoardo Miroglio Wine Cellar
Edoardo Miroglio Wine Cellar
Edoardo Miroglio Wine Cellar
Edoardo Miroglio Wine Cellar
Edoardo Miroglio Wine Cellar
Edoardo Miroglio Wine Cellar
Edoardo Miroglio Wine Cellar

I nostri vigneti

Elenovo: un terroir fertile

I vigneti dell'azienda sono tutti posti sul pendio collinare che scende verso il villaggio di Elenovo. La composizione fisico-chimica dei terreni, la loro giacitura, il micro clima che si crea attorno alla montagnola, alta oltre 400 metri, di Sant'Ilia danno all'area le prerogative necessarie per parlare di unicità scoperta e di terroir valorizzato.

Appena fuori dal villaggio ad un'altitudine di circa 220 metri si incontrano i primi vigneti dell'azienda che via via si estendono sino a raggiungere la quota di 340 metri là dove inizia il grande bosco demaniale che occupa l'intera sommità della collina. I terreni mediamente calcarei, con una buona dotazione di sostanza organica e con diversi tipi di giacitura, sono ideali per la produzione di vini di qualità. Con l'aumentare dell'altitudine il terreno cambia diventando progressivamente più magro, (cioè povero di sostanza organica) e più ricco di scheletro quindi più adatto alla produzione di vini rossi destinati all'invecchiamento. Un'altra caratteristica dei terreni aziendali è rappresentata dalla circostanza di essere poco profondi (lo stato coltivabile arriva a circa un metro dove inizia uno strato di rocce frammentate) prerogativa che concorre alla singolarità della zona e, contenendo il vigore delle piante, rappresenta un'altra condizione importante per le produzioni di elevata qualità.

Gli impianti di vigneto iniziarono nel 2002 scegliendo come primo vitigno il Pinot Nero. Nei due anni successivi seguirono  le  altre varietà internazionali come lo Chardonnay, il Traminer, il Sauvignon Blanc, il Moscato, il Merlot, la Syrah, il Cabernet franc ed il Cabernet sauvignon. Nella primavera 2005 l'azienda decise di dedicarsi anche alla coltivazione di vitigni bulgari  Mavrud e Melnik. Nel 2008 ampliò la gamma dei vitigni autoctoni estendo la scelta anche al Buket (o Buquet) e al Rubin. Infine nello stesso anno si completò il lavoro dedicato alle varietà di quel paese impiantando un vigneto di Mavrud con viti ottenute da un lavoro di  selezione massale alla quale l'azienda aveva partecipato.

Un clima perfetto per produrre vino

Ad Elenovo le temperature medie primaverili e di inizio autunno sono basse e caratterizzate da una notevole escursione termica. La piovosità media è buona e le estati sono calde ma poco afose e con un basso tasso di umidità.

La coltivazione

La densità di impianto è di 5.000 piante per ogni ettaro. L'azienda lavora i vigneti rifacendosi alle metodologie classiche della viticoltura piemontese, apprezzata e imitata in tutto il mondo adattando però le tecniche di coltivazione alle esigenze della zona al fine di ottenere le giuste quantità e la migliore qualità dell'uva.

La conduzione di un vigneto di qualità non può essere improvvisata. Richiede una grande esperienza, molte conoscenze e la passione di condurre un lavoro faticoso, sottoposto ai capricci del tempo. L'esperienza di anni di lavoro e passione nei vigneti di Tenuta Carretta sono stati trasferiti gradualmente anche alla cantina Edoardo Miroglio.

Copyright © 2014 Edoardo Miroglio - Wine Cellar Elenovo. All rights reserved.

Powered by Grapejuice